Incontro della Comunità Parrocchiale con Mons. Selvadagi, Vescovo Ausiliare del Settore Ovest

16407819012_a92da28d64_k

Mons. Paolo Selvadagi insieme al Consiglio Pastorale

Ieri, 30 gennaio, la comunità parrocchiale ha incontrato il vescovo di settore S. Ecc. Mons Selvadagi.
L’incontro è iniziato con la celebrazione della messa vespertina delle 18.30, presieduta da S. Ecc. e concelebrata dal Parroco e dal vice Parroco.

Nel brano del vangelo (Mc 4,26-34) di Marco, letto durante la celebrazione Eucaristica, Gesù paragona il regno di Dio ad un uomo che getta il seme sul terreno dorma o vegli di notte o di giorno il seme germoglia e cresce.

Il Vescovo nella sua omelia ci ha evidenziato che quando Gesù parla del regno di Dio non parla di una realtà misteriosa o del regno futuro nei cieli che si trova in un’altra dimensione. Gesù dice che il regno di Dio è in mezzo a noi, Dio è in mezzo a noi e per farci capire con quali modalità Dio agisce ci racconta che è come un seme cioè una realtà discreta non oppressiva ma potente.

Gesù, infatti, paragona il Regno di Dio ad un granello di senape che quando viene seminato sul terreno è il più piccolo di tutti i semi, ma poi cresce e diventa più grande di tutte le piante dell’orto. E’ piccolo il seme, ma da questo cresce una pianta forte.

Il Vescovo ci ha ricordato che tutti noi siamo invitati ad operare, come Dio, in modo discreto con piccole cose che possono sembrare irrilevanti, ma che gradualmente producono cose grandi.

Il regno di Dio è il regno del Bene, della Giustizia, della Verità, a volte la debolezza, la malvagità degli uomini intacca la grandezza del regno di Dio e non lo fa risplendere.

Cosa fa una Comunità parrocchiale, un Consiglio parrocchiale, i collaboratori della Parrocchia? Imita Gesù e semina, semina, semina!

Seminano il bene, il desiderio di Dio, l’amicizia, l’amore fraterno, la preghiera e così proprio perché hanno preso sul serio il Vangelo, il mondo può migliorare e migliora!

Dopo la messa il Consiglio parrocchiale si è riunito con il Vescovo Selvadagi e ciascun membro ha condiviso la propria esperienza ed impegno nella parrocchia.

Il Vescovo dopo aver apprezzato tutte le realtà esistenti – la caritas, il centro Alba Marsico, l’Associazione la Speranza, la pastorale per le coppie, il catechismo, l’oratorio, i giovani del dopo cresima – ha ricordato le priorità individuate dalla Diocesi di Roma in questo 2015:
l’accompagnamento dei genitori che hanno chiesto il battesimo per i propri figli ;
l’oratorio, il rapporto con le famiglie;
gli adolescenti, i gruppi del dopo cresima, al fine di mostrare ai giovani un sostegno sicuro su cui possono contare.

Ringraziamo S.E. per questi momenti di vera comunità ecclesiale.

15786274744_bb847fd932_o

Traduttore

Liturgia del Giorno

Dove siamo

Click to open a larger map

Clicca per ingrandire